La piaga di MacKeeper

Gli utenti Mac lo conoscono (almeno di nome) perché la sua pubblicità li bombarda quotidianamente. Il software li mette in guardia sui giganteschi problemi (sempre) presenti nel proprio computer e dei gravi rischi che si stanno correndo. Ma non ci sono problemi: basta scegliere di installare MacKeeper per una verifica veloce (e gratuita), identificare la natura dei problemi, acquistare il pacchetto completo ed ecco messo al sicuro il proprio Mac. Anzi, il programma è talmente “premuroso” che spesso si installa ingannando l’utente; per esempio nei siti dedicati al test della velocità della ADSL (qui sotto la schermata), la pubblicità è talmente ben armonizzata con la grafica generale che in tantissimi cliccano sul pulsante inizia colorato di blu autorizzando l’installazione di Mackeeper (mentre il test si esegue cliccando su Inizia test, in verde).

mackeeper

E’ bene spiegara una volta per tutte che il programma non aiuta affatto l’utente! MacKeeper è UN PROBLEMA. Avverte di problemi che non ci sono, rallenta in  modo impressionante il sistema operativo (fino a quasi bloccarlo) e non è un caso che tutti i programmi anti malaware lo identifichino come tale (e ne propongono la rimozione).

Per disinstallarlo non è sufficiente mettere il programma nel cestino: molto spesso infatti dei file nascosti nella libreria dell’utente lo reinstallano non appena si torna a navigare. L’unico modo sicuro è utilizzare i programmi (gratuiti) anti malaware (vedi il nostro articolo qui).

Che Mackeeper sia una truffa lo “certifica” anche il fatto che la software house che lo ha prodotto ha scelto di pagare una bella multa per risolvere una class action negli Stati uniti. La notizia qui

Ancora una volta utente avvisato, mezzo salvato.